POESIE - CALABRIA
Faccia di friscia
Canto di sdegno di un innamorato respinto.
Dialetto: Calabria

Faccia di friscia
Faccia di friscia e nasu di biscottu,
t'ivi vantandu ch'eu moru pi ttia,
nta la to' porta nc'è nu sceccu mortu:
chiddu è l'amanti chi mori pi ttia!
Mentiti, brutta, nu bonu misi a mmoddhu,
e fatti na lavata di liscia.
E si tandu mi spij s'eu ti vogghiu,
eu ti rispundu chi non su pi ttia!




Traduzione in italiano

Faccia di pane biscottato
O faccia di ciambella secca e naso pane biscottato,
andavi vantandoti che io muoio per te,
davanti alla tua porta c'è un asino morto:
quello è l'amante che muore per te!
Mettiti, o brutta, un mese abbondante a bagno,
e fatti una lavata con la lisciva.
E se dopo mi domanderai se io ti voglio,
io ti risponderò che non son per te.


Racconto inviato da: Anonimo