RACCONTI - LOMBARDIA
Li Magadi
Secondo la tradizione popolare valtellinese sono degli spiriti che abitano i torrenti.
Dialetto: Lombardia

Li Magadi
Li magadi i è femni dispetùsi ca li vif
an da li nòssi vai.
Li sa fà mai vedè,li gh'è ma as li ved miga, i è malmustùsi e suratutt quandu'l riva la bruta stagiun besugna lagàli stà.
Na vòlta li magadi dal Ravalùn li s'è vendicadi cul mulinée da Sa Roch ca'l
i èva tarizzadi e li gh'à dacc foeuch al sò mulin (1).
D'anverann vardée da stà a la larga dal
Ravalùn: sti atént a li Magàdi!




(1) Sa Roch cuntrada dal cumun da Vila (So)


Traduzione in italiano

Gli "spiriti" dell'acqua
Le "Magadi" sono donne dispettose che vivono nei nostri torrenti.
Non si mostrano mai, ci sono, ma non si vedono, sono permalose e soprattutto quando arriva la brutta stagione bisogna lasciarle in pace.
Una volta le Magade del torrente Rivalone si sono vendicate col mugnaio di San Rocco che le aveva molestate, e, così hanno appiccato fuoco al mulino.
In inverno state alla larga dal torrente Rivalone: attenti alle Magade!

San Rocco, frazione del comune di Villa di Tirano (So)