RACCONTI - SARDEGNA
Un modu di dì gadduresu
Le storie della mia Terra in gallurese e in…continentale di Lucio Pirodda, collaboratore della rivista "La Frisaia aTrinità d'Agultu" (e mail: lafrisaia@tiscali.it)
Dialetto: Sardegna

Un modu di dì gadduresu
Un modu di dì gadduresu dizi: “ s’è fatt’a un diegnu” (e vo’dì chi unu s’è tuttu imbrattagatu, iddu e li so’ ’istiri, da lu capu a li pedi cun calche cosa).
Unu “sculombru” cussì cumbinesi una ‘olta, med’anni fa, a dui femini inn una carrera d’un paesi di la Gaddura.
E lu fattu stesi cussì:
una d’iddi era andendi a dà a magnà lu polcu, cu lu stegliu di la sciuccatura in capu, assintatu innant’a lu capitili e imbicchesi un’alta femina chi cuniscìa e ch’erani da umbè di tempu chena ‘idissi.
E chi si priguntesini commu staggjìani e si tucchesini la mani.
Ma candu s’erani basgendi illi canteggj, smintighendisi di la cosa … chiddu stagnali, ch’era un aizeddu in cancalleu, si svultulesi e la sciuccatura li falesi innantu e li fesi tutt’e dui a un diegnu!
E li chi vidisini la scena si sbiddighesini di la risa.-




Traduzione in italiano

Un modo di dire gallurese
Un modo di dire gallurese dice: “ si è fatto a un diegnu” (e vuol dire che uno si è tutto imbrattato, lui ed i suoi indumenti, dalla testa ai piedi con qualche cosa).
Un “dramma” del genere capitò una volta , molti anni fa a due donne in una via di un paese della Gallura.
E il fatto avvenne così:
una di loro stava andando a dar da mangiare al maiale, con il recipiente della brodaglia di avanzi del cibo poggiato in testa sul supporto di stoffa per il secchio, allorquando incontrò una altra donna che conosceva e che non vedeva da molto tempo.
E lì si chiesero come stavano e si strinsero la mano .
Ma mentre si baciavano sulle guance, dimenticandosi della cosa … il secchio metallico, che era un pochino in bilico, si rovesciò e la brodaglia cadde loro addosso facendole entrambe a un "diegnu"!
E quelli che videro la scena si sbellicarono dalle risate.


Racconto inviato da: Lucio Pirodda