RACCONTI - LOMBARDIA
La cabra
Un avvenimento misterioso, forse di stregoneria... Una capra misteriosa che pero lascia l'impronte delle sue zampe per sempre!
Dialetto: Lombardia

La cabra
Na volta quaj personi che li pasturava i vach i ann vist, sora na corna, na specie da cabra e i ann creduu che la fudéss na stria.
A 'n certo punto i a notàa che l'èra drée a spincc la còrna, alura i è fugìi
tucc stremìi.
Da quèl dì su quèla corna l'è restàa el sègn de li zati de la càbra.
El pòst 'n dòa se vèd tutt quèst l'è Pesciadèl, sota la Fopascia (1).

(1) Fopascia, Fopaccia è un accrescitivo di Fòpa, parola lombarda che significa "buca".


Traduzione in italiano

La capra
Una volta alcune persone che pascolavano le mucche videro una specie di capra sopra un sasso e pensarono che fosse una strega.
Ad un certo punto videro che stava spingendo il sasso e se ne scapparono impauriti. Su quel sasso è rimasto il segno delle zampe della capra.
Questo si trova a "Pesciadèl, sotto la Fopaccia [leggenda raccolta dagli alunni della Scuola Media di Novate (Sondrio) ]

Racconto inviato da: Giacomo