POESIE - SICILIA
RIORDI LUNTANU
Oltre i confini dell'amore è il titolo di una nuova raccolta di poesie alla mia dolce e bella musa dai capelli rossicci nel tempo trascorso.
Dialetto: Sicilia

RIORDI LUNTANU
Sulu, sugnu sulu
Unni ‘nta rina trasi ‘u mari
Ra spiaggia avulisi
‘a talari comu l’acqua ro mari
leva ri ‘terra a me pirata
‘nta vagnata rina.
…………………
Semu ‘a Sittembri,
Nun ci ‘nnè ‘cciui bagnanti,
nun ci ‘nnè ‘cciui musica,
nun ci ‘nnè ‘’cciui…Amuri.
Caminu!, mi fermu!,
co jutu ro peri chiddu rossu ‘u destru
scrivu nu nomu:VALERIA,
‘nta rina menza vagnata
e, aspettu ca ‘a fa a pizzuddi
a prossima unnata.
Aruci, passati, riordi luntanu,
sciugghiuti ri ‘mmentu legghiu
re ‘llusioni, quannu…
‘o sulu r’austu
ammusciavutu i to parti nuri:
E,… a mia!, comu nu ‘Ddiu
Mi raitu : ‘u fruttu ra vita.


Traduzione in italiano

LONTANI RICORDI
Solo,sono solo
lungo il bagnasciuga
della spiaggia Avolese
a veder come l’acqua del mare
cancella la mia orma
sulla bagnata rena.
…………………
E’ settembre:
non più bagnanti,
non più musiche,
non più…amore.
Cammino!, mi soffermo!,
con l’alluce del mio piede destro
scrivo un nome: VALERIA,
sulla rena semi bagnata
e,attendo che la spezzi
la prossima ondata.
Dolci, vaghi, lontani ricordi,
disciolti dalla leggera brezza
delle illusioni, quando…
al sole d’agosto
offrivi le tue nudità.
E, …a me!, come Dea
donavi
il frutto della vita.

Racconto inviato da: Paolo Campisi