RACCONTI - SICILIA
Storia di tri surelli
Canto Tradizionale Siciliano
Dialetto: Sicilia

Storia di tri surelli
C'eranu tri surelli chi javanu a navigà
La soru la chiù nica l'anellu ci cascà
La soru la chiù nica l'anellu ci cascà.

L'anellu ci ha cascatu nel menzu di lu mar
L'anellu ci ha cascatu nel menzu di lu mar
L'anellu ci ha cascatu nel menzu di lu mar

Isati l'occhi a l'unna e viri un piscatù
O piscatù di l'unna tu venni a piscà ccà
O piscatù di l'unna tu venni a piscà ccà.

Si pischirai st'anellu ti vogghiu arrialà
Ti rugnu centu scudi e na vurza arraccamà
Ti rugnu centu scudi e na vurza arraccamà.

Nun vogghiu centu scudi nè vurza arraccamà
Vogghiu un baciu d'amuri si tu mi lu vò dà
Vogghiu un baciu d'amuri si tu mi lu vò dà.

Vattini tu briccuni ca iu sugnu di marità
Si 'u sannu i miei fratelli ti farannu 'mpiccà
Si 'u sannu i miei fratelli ti farannu 'mpiccà.


Traduzione in italiano

Storia di tre sorelle
C'erano tre sorelle che andavano a navigare
Alla sorella più piccola l'anello cascò in mare
Alla sorella più piccola l'anello cascò in mare.

L'anello è cascato in mezzo al mare
L'anello è cascato in mezzo al mare
L'anello è cascato in mezzo al mare.

Issati l'occhi verso l'onda, vide un pescatore
O Pescatore dell'onda vieni a pescare quà
O Pescatore dell'onda vieni a pescare quà.

Se pescherai l'anello, ti farò un regalo
Ti darò cento scudi e una borsa ricamata
Ti darò cento scudi e una borsa ricamata.

Non voglio cento scudi ne una borsa ricamata
Voglio un bacio d'amore se tu me lo vuoi dare
Voglio un bacio d'amore se tu me lo vuoi dare.

Vattene briccone che sono una donna da sposare
Se lo sanno i miei fratelli ti faranno impiccare
Se lo sanno i miei fratelli ti faranno impiccare.

Racconto inviato da: Tradizionale