POESIE - LOMBARDIA
A tastù
Originale, e sicuramente caro, è il tema del vino già di per sé carico di implicazioni poetiche e legato a momenti della vita quotidiana e del lavoro, sia contadino che proletario. Ed infatti il tema del vino, nella sua natura multiforme che lo fa essere fonte di piaceri, ma anche di dolori, ha ispirato i poeti che hanno usato il dialetto in modo nuovo ed interessante, pur con un affezionato rispetto per la tradizione.
Dialetto: Lombardia

A tastù
Sö 'l sentér
tra i lampiù che 'mpìsa apéna
a sercàr, te gataré
el lüser fiàch de na tavèrna
gnisù che parle
o 'l salüde

tücc pieghé ne la sò nòt
a šugàr có 'l vì fra i tàoi de la vècia che stampèla
có 'l tresèt a vardàr la lüna
postàrse n'àtimo sö 'l sagrà de la céša
e fondàr ne la vigna de 'l Piero
sènsa us, come l'ótra sera.



Traduzione in italiano

A tentoni
Sul sentiero
tra i lampioni che accendono ora
se cerchi, troverai
la luce fioca di una taverna
nessuno che parli
o saluti

tutti chini nella loro notte
a giocare col vino fra i tavoli della vecchia signora che ancheggia
col tressette a guardare la luna
posare un istante sul ciglio della chiesa
e sprofondare nella vigna di Piero
in silenzio, come l'altra sera.

(Tremosine - BS)

Racconto inviato da: Daniele Andreis