POESIE - LIGURIA
A cantilena da Ciambella

Dialetto: Liguria

A cantilena da Ciambella
O lampetta da ciambella,
da figgiêu t’ò mi çercon...

“Mâe ciambella da fasciêua
piggia u libbro p’andò a schêua!”

Cantilena lungo e stradde
quando zugno o mëuïa o gran
e-i figgiêu a sciami i van
a fô ströge de ciambelle...

I son nêutti tanto belle,
san de cexe e de mughetto,
e de stelle ghe n’è abbrettïo
parpellanti lasciù in çê!

“ O ciambella da fasciêua
libbro piggia p’andò a schêua!”

Cantilena de mâe stradde
quandu zugno o indora o gran,
sempre ciù se fa lontan
o mattin che a t’ò canton!



Traduzione in italiano

La cantilena della lucciola
O lampeggio (=lampetta) della lucciola (=ciambella)
da ragazzo ti ho cercato...

“Mia lucciola in fasce (=da fasciëua)
piglia il libro per andare a scuola”

Cantilena lungo le strade
quando giugno matura (=meuïa)il grano
ed i ragazzi a sciami vanno
a far strage (=ströge)di lucciole...

Sono notti tanto belle
profumano(=san)di ciliegie(=cexe) e di mughetto,
e di stelle ce n’è a bizzeffe (=abbrettïo)
che battono le ciglia (=parpellanti) lassù nel cielo!

“O ciambella in fasce
prendi il libro per andare a scuola!”

Cantilena delle mie strade
quando giugno indora il grano
sempre più si fa lontano
il mattino in cui t’ho cantato!

Pubblicata da IJ BRANDE’ il 15 maggio 1948


Racconto inviato da: Luigi Panero de Leua