POESIE - MARCHE
EL MARINARU 'NNAMMURATU
Desiderio di possedere un paio d'ali per volare ed essere vicino a lei, momentaneamente lontana.
Dialetto: Marche

EL MARINARU 'NNAMMURATU
'Urìa gulà lassù,'ncim'a quel monte
cun tutti 'ssi cucàli e cucalìne,
'uria bagià el mi' amore su la fronte
e dije che iu nu' la lassu più.

Gola cucàlu finu lassù
ell'amore mia bàgelu tu.

Arìa 'ulsùtu nasce cu' le lale,
gulà 'nt'el cèlu cume 'na papèlla,
pude' 'ria' cuscì finu al guanciàle
'ndu dorme repusànnu la mia bella.

Gola cucàlu finu lassù,
ell'amore mia bàgelu tu.

El ventu fa nnanna' la lancettìna,
la lonna sbatte piànu su la prora,
iu pensu sempre a quella mia bellìna
e de r'vedélla ggià nun 'éggu ell'ora!

Gola cucàlu finu lassù,
ell'amore mia bàgelu tu.


Traduzione in italiano

IL PESCATORE INNAMORATO
Vorrei volare lassù,in cima a quel monte
con tutti questi gabbiani e gabbianelle,
vorrei baciare il mio amore sulla fronte
e dirle che io non la lascio più.

Vola gabbiano fino lassù,
l'amore mio bacialo tu.

Avrei voluto nascere con le ali,
volare in cielo come una farfalla
per poter arrivare,così fino al cuscino
dove dorme,riposando,la mia bella.

Vola gabbiano fino lassù,
l'amore mio bacialo tu.

Il vento fa dondolare la barchettina
e l'onda batte piano sulla prora,
io penso sempre a quella mia bellina
e di rivederla già non vedo l'ora!

Vola gabbiano fino lassù,
l'amore mio bacialo tu.

Racconto inviato da: Novella Torregiani