POESIE - CALABRIA
Quandu torna u Signuri supa a terra?
Sonetto n.3 appartenente alla raccolta intitolata appunto: "Quandu torna u Signuri supa a terra!" di Giovanni Di Landro. E' il sonetto più rappresentativo di tutta la raccolta, e invita a riflettere sulle ingiustizie del nostro mondo.
Dialetto: Calabria

Quandu torna u Signuri supa a terra?
Quandu torna u Signuri supa a terra?
Pari ca stu momentu 'on po' arrivari,
e si pe mò non torna, u manda a guerra!
Possibili ca c'esti da aspettari?

Inveci ndavarrìa mu pigghja a serra
e a tutti i parti u si menti a tagghjari,
a cui gargija a vanvara u mu 'tterra
e u mu faci finìri i gargijari.

Quandu torna u Signuri supa o mundu?
Non s'accorgi ch'è ura pemmu u veni!
Cà adduvi guardu guardu mi cunfundu,

viju l'onesti chi suffrinu peni,
cui si comporta bonu cadi 'n tundu,
e i disonesti pìgghjanu ogni beni.


Traduzione in italiano

Quando ritorna il Signore sulla terra?
Quando ritorna il Signore sulla terra?
Sembra che questo momento non può arrivare,
e se per ora non ritorna, che mandi la guerra!
Possibile che si deve ancora aspettare?

Invece dovrebbe prendere una sega
e cominciare a distruggere tutto,
mandare sotto terra chi parla a sproposito
e farlo così smettere di parlare.

Quando torna il Signore su questo mondo?
Non si accorge che è arrivato il momento di ritornare!
Perchè dovunque io guardo mi turbo,

vedo la gente onesta e per bene soffrire,
chi si comporta bene viene danneggiato,
e i disonesti sono quelli che traggono sempre vantaggio.

Racconto inviato da: Giovanni Di Landro