POESIE - SICILIA
L'amatu amanti

Dialetto: Sicilia

L'amatu amanti
Matruzza mia, ma quantu è beddu?
Mi batti 'u cori quannu passa 'i cca.
Camina cu l'aria malantrina,
du occhi comu cocci 'i luci,
'a testa gira a destra e manca,
s'annaca comu 'n principi riali
e, ognunu, cu l'occhi l'accarizza,
comu s'accarizza l'amatu amanti.
Chi t'nni pari, rimmi 'a virità:
n'ha vistu cani beddi comu a chistu?


Traduzione in italiano

L'amato amante
Mamma mia, ma quanto è bello?
Mi batte il cuore quando passa di qua.
Cammina con l'aria malandrina,
due occhi come carboni accesi,
la testa gira a destra e sinistra,
si muove come un principe reale
e, ognuno, l'accarezza con gli occhi,
come s'accarezza l'amato amante.
Che te ne sembra, dimmi la verità:
ne hai visti cani belli come questo?

Racconto inviato da: Enrico Izzo