POESIE - CALABRIA
Aquila cu l'ali d'argentu

Dialetto: Calabria

Aquila cu l'ali d'argentu
Aquila, chi d'argentu teni l'ali;
ti scuscianu li pinni quandu voli;
volia scuppari na pinna di ss'ali,
littara mu nci scrivu a lu me cori.

Dopu chi scrivu, ti mandu a jchiamari;
"Aquila, levancilla a lu me` suli;
ti pregu, pe la via, non la sciancari,
ca sai quantu si pati per amuri."

Pijgghia la me` canzuni e vola, vola,
aquila, portancilla undi si trova.


Traduzione in italiano

Aquila con le ali d'argento
Aquila, che d'argento le ali tieni;
ti frusciano le penne quando voli;
vorrei strapparti una penna dalle ali,
per scrivere una lettera al mio bene.

Dopo aver scritto, ti mando a chiamare;
"Aquila, porta la lettera al mio sole;
ti prego, per la via non la strappare
perche` sai quanto si puo` patire per amore.

Aquila, prendi la mia canzone e vola, vola; portala al mio bene, ovunque si trovi.

Racconto inviato da: Silvana Rechichi