POESIE - SICILIA
Tempu persu
Una vita frenetica ci porta a rimpiangere le occasioni mancate.
Dialetto: Sicilia

Tempu persu
'U munnu curri, e curri forti,
pari chi 'nta n'annu passa
'u tempu chi ci voli pi dec'anni
e nuatri, comu pazzi, subbitu d'appressu
senza aviri tempu pi vardari
ne pi pinzari Comu si fa.
Curremu e ni manca 'u sciatu,
'a testa è cunfusa, cchiù chi pirsuasa,
e di firmarini non c'è versu,
mancu si ci sbattemu 'u mussu.
N'arritruvamu vecchi e arripudduti,
'nto specchiu ni vardamu e,
comu babbi addumannamu:
" Ma tu cu si? Comu arrivasti cca?"
Stanchi e pinzirusa n'assittamu,
ora sapemu cu ni sta vardannu:
è sulu tantu tempu persu !


Traduzione in italiano

Tempo perso
Il mondo corre, e corre forte,
sembra che in un anno passi
il tempo necessario per dieci anni
e noi, come pazzi, gli andiamo appresso
senza avere il tempo per guardare
ne per pensare come fare.
Corriamo e ci manca il fiato,
la testa confusa, più che persuasa,
e di fermarci non c'è verso,
neanche se ci sbattiamo il muso.
Ci ritroviamo vecchi e incartapecoriti
nello specchio ci guardiamo e,
come stupidi chiediamo:
"Ma tu chi sei? Come sei arrivato qua?"
Stanchi e pensierosi ci sediamo,
ora sappiamo chi ci st guardando:
è solo tanto tempo perso !

Racconto inviato da: Enrico Izzo