RACCONTI - CAMPANIA
A dd' 'o miereco d''e pazze
Ognuno ha le sue buone ragioni!
Dialetto: Campania

A dd' 'o miereco d''e pazze
Un tizio va dallo psichiatra:
"Dottore, mia moglie è pazza. Le piacciono le gatte ed à riempito casa nostra con un sacco di gatte; ne abbiamo più di cento; sono in tutti gli angoli, e poi la puzza che fanno... ".
E il dottore: "Ma perchè non provate a tenere aperte le finestre? ".
"Ma scherzate, dottore? Così scappano via i miei duecento piccioni...!
Nu Pinco Pallino va a dd o psichiatra: "Duttó,muglierema è pazza. Lle piaciono e ggatte e à rignuto casa nosta cu nu tummulo e gatte ; ne tenimmo cchiú e ciento! ; stanno dinto a tutte llangule , e poi a puzza ca fanno... ".
E o duttore: "Ma perché nun pruvate a tené aperte e feneste? ".
"Ma pazziate, duttó?
Accussí se fujono e mieje duiciente palumme...!




Traduzione in italiano

Dallo psichiatra
Nu Pinco Pallino va a dd o psichiatra: "Duttó,muglierema è pazza. Lle piaciono e ggatte e à rignuto casa nosta cu nu tummulo e gatte ; ne tenimmo cchiú e ciento! ; stanno dinto a tutte llangule , e poi a puzza ca fanno... ".
E o duttore: "Ma perché nun pruvate a tené aperte e feneste? ".
"Ma pazziate, duttó?
Accussí se fujono e mieje duiciente palumme...!



Racconto inviato da: RAFFAELE BRACALE - Napoli