RACCONTI - CAMPANIA
'O VICCHIARIELLO
Talvolta talune domande sono legittime
Dialetto: Campania

'O VICCHIARIELLO
‘Nu signore cu ‘na faccia miccia miccia s’appresenta dint’ ô studio d’’o miedeco sujo:
- Duttó, duttó aiutateme… i’ sto’ mmale!
- Ma che ve sentite?
- Che me sento? Io ògne gghiurno ca passa aggio ll’impressione ca ‘a vita s’accorcia e a ‘nu mumento a ll’ato pozzo murí!
- Me dispiace… Ma chesta è ‘na cosa normale… Tutte quante juorno pe ghiuorno ànno ll’impressione ca ‘a vita s’accorcia, pecché chella s’accorcia overamente…
- E nun se pô fa niente pe ll’allungà ‘nu poco?
- Assaje poco… Comunque stateme a ssèntere: a mme me pare ca vuje fumate, eh?
- Fumo, fumo ‘o sigarrio…
- Si vulite ‘nu poco allungà ‘a vita nun avite ‘a fumà cchiú, po’ nun avite farve ‘o bicchiere ‘e vino…
- Manco ‘o vino?
- Manco ‘o vino! E v’avite pure levà ‘o vizzio ‘e fa ‘ammore!
- Pure chesto?
- Pure chesto! Vuje vulite allungà ‘a vita? E allora: niente fummo, niente vino e niente femmene!
- E accussí campo cchiú assaje?
- Certamente!
- Duttó, ma senza fummo, senza vino e senza femmene i’ che ce campo a ffà cchiú assaje?






Traduzione in italiano

IL VECCHIETTO
Un signore con la faccia magrissima si presenta nello studio del suo medico:
- Dottore, dottore aiutatemi… io sto male!
- Ma cosa avvertite?
- Cosa avverto? Io ogni giorno che passa ò l’impressione che la vita si accorci e che io improvvisamente possa morire.
- Mi dispiace… Ma questo è un fatto normale… Tutti quanti giorno per giorno ànno l’impressione che la vita s’accorci, perché quella si accorcia veramente…
- E nun si puó far niente per allungarla un poco?
- Molto poco… Comunque ascoltatemi: a me pare che voi fumiate, eh?
- Fumo, fumo il sigaro…
- Se volete un poco allungare la vita non dovete fumare piú, poi non dovete bere il bicchiere di vino…
- Neppure il vino?
- Neppure il vino! E dovete pure levarvi il vizio di fare a l’amore!
- Anche questo?
- Anche questo! Voi volete allungare la vita? E allora: niente fumo, niente vino e niente donne!
- E cosí campo molto di piú ?
- Certamente!
- Dottore, ma senza fumo, senza vino e senza donne, io che ci campo a fare molto di piú ?



Racconto inviato da: RAFFAELE BRACALE - Napoli