POESIE - SICILIA
Gilusia
Versi popolari di un poeta messinese sconosciuto
Dialetto: Sicilia

Gilusia
O bedda, l’umbra mia appressu ti veni,
ti veni pi l’estrema gilusia;
si sì gilusa m’ha vuliri beni,
gilusu sugnu e vogghiu beni a tia:
giluso di li mura chi tu teni,
gilusu di li petri di la via;
si tu sapissi quantu ti vogghiu beni,
l’occhi di cui ti guarda cacciria!


Traduzione in italiano

Gelosia
O bella, l'ombra mia dietro ti viene,
ti viene per l'estrema gelosia;
se sei gelosa mi devi volere bene,
geloso io sono e voglio bene a te:
geloso delle mura che tu tieni,
geloso delle pietre della via;
se tu sapessi quanto ti voglio bene,
gli occhi di chi ti guarda cacceresti via!

Racconto inviato da: Anonimo Messinese