POESIE - UMBRIA
Dècco e Dèllo
L'incertezza del futuro ,i pericoli della vita di oggi ,ci rendono dubbiosi ,e spesso non sappiamo più cosa fare ,se andare a destra o a sinistra.E' meglio ritrovarci in piazza principale e fare un girotondo.
Dialetto: Umbria

Dècco e Dèllo
Dècco e dèllo,
toquà e tolà,
tolassù,tolagghjù,
non ce capimo più !
Tra li dubbi e l'incertezze
ce finimo de'mpazzicce !
Facemo cuscì ? facemo cuscià ?
S'incasannomàe ?
Che strae pjamo ?
Se ghjémo supperdèllo
poesse che troamo quarghiccosa
se ghiémo ghiupperdèllo
poesse che non troamo più quèlle.
Tra Prodi,Fassino,Casini,Bossi e Berlusconi,
cjonno mannato er capo foriserie.
Sarìa mejo d'appicciasse pe' le mane,
e fa 'n girotonno,
partenno da la fonte de Piazza,
stanno attenti a non ghji a 'ntruppà
co' la capoccia,
'nto' la colonna de San Rocco.
Visto ch'er monno ghjra storto,
che ghjé s'è messo 'n trae pe' traverzo,
fra attentati,rapine e rapimenti,
fra terroristi e vari dilinguenti,
e non sapémo più chi è tjsto e qujllo,
è mejo che non ghjémo più duèlle.



Traduzione in italiano

Qui e là
Qui e là
da questa parte o dall'altra
lassù e laggiù
non capiamo più.
Tra i dubbi e l'incertezze ,finiamo per impazzirci!
Facciamo così o cosà ? E nel caso che ..?
Che strada prendiamo ?
Se andiamo lassù,forse troviamo qualcosa
se andiamo laggiù forse non troviamo più nulla.
Tra Prodi ,Fassino,Casini ,Bossi e Berlusconi ,ci hanno mandato la testa fuori del normale.
Sarebbe meglio prendersi per mano e fare un girotondo,partendo da la fontana di Piazza (del Paese)
stando attenti a non sbattere il capo sulla colonna di S.Rocco.
visto che il mondo gira storto ,perché ha una trave messa per traverso,
fra attentati rapine e rapimenti,terroristi e vari
non sappiamo più chi è questa persona o quella, è meglio non andare più da nessuna parte .

Racconto inviato da: Cesira Bevagna