POESIE - UMBRIA
TJSTO E QUJLLO
Oggi, tra tanta confusione, sembra che le persone ci sfuggono, e talvolta non riconosci più neanche gli amici e parenti. La paura è in agguato .
Dialetto: Umbria

TJSTO E QUJLLO
Non sai più chi è tjsto,
non sai più chi è qujllo.
Niscjuno t'er dice
caniscjuno te lo spieca,
quarchjtuno n'er vete
quarcuno s'argira
qujll'antro e quell'antra
non sonno che fasse,
lù e lìa,
passono e tirono via.
Ma chi è tjsto ?
Chi è quillo ?
Te vène er capostorno
e n'arconosci più njscjuno !
Anco l'amichi e li parenti,
te confonnono la mente.
Tutti vojono arrià,
tutti avanti,dritti ar naso !
Se t'argiri per caso
t'artroi
che qujllo è 'n camorrista
e tjsto un terrorista !
Ma niscjuno t'er dice,
caniscjuno te lo spieca,
quarchjtuno n'er vete
quarcuno s'argira
qujll'antro e quell'antra
non sonno che fasse,
lù e lìa ,passono e tirono via.



Traduzione in italiano

QUESTO E QUELLO
Non sai più chi e questo o quello
nessuno te lo dice
qua nessuno te lo spiega
qualcuno non lo vede
l'altro si gira
un altro e un'altra non sanno cosa fare,
lui e lei ,passano e tirano via,
Ma chi è questo e quello ?
Ti viene un giramento di testa
e non riconosci più nessuno!
Anche gli amici e parenti
ti fanno confondere la mente.
Tutti vogliono arrivare (chissà dove ?)
tutti vanno avanti, camminando dritti.
Se ti giri ,puoi anche incontrare un camorrista o un terrorista!
Ma nessuno te lo dice ,o te lo spiega,
qualcuno non lo vede,
qualcuno si rigira
l'altro e l'altra ,non sanno cosa fare,
lui e lei passano e tirano via .(per la loro strada.)

Racconto inviato da: Cesira di Bevagna