POESIE - LAZIO
Er Malessere
A volte i nostri malesseri sono solo le nostre preoccupazioni. Sdrammatizziamo !
Dialetto: Lazio

Er Malessere
Fotofobbia ? Nu' me lo so' spiegà.
A vorte me succede la matina
co' l'occhi chiusi cerco la cucina
e drento casa nu' me so' orientà.

Forse me ce dovrebbe preoccupà
quanno che a letto sento 'na vocina
che invece de svejamme, malandrina,
sussura piano “… ma arimani qua”!

Prenno er caffé che pare avvelenato,
dolor de schiena, paro tutto rotto,
como finito sotto a ‘n cararmato.

Continuo a pija appunti, pe' capì,
Aprile ne portano già dieciotto,
e pure oggi, anvedi, é 'n lunedì.


Traduzione in italiano

Il Malessere
Fotofobia ? Non me lo so' spiegare.
A volte mi succede la mattina
con gli occhi chiusi di arrivare in cucina
e dentro casa non mi so' orientare,

Forse mi dovrei preoccupare
quando a letto sento una vocina
e invece di svegliarmi, disonesta
sussurra piano:" ma rimani qui"

Prendo il caffè che sembra avvelenato,
con il mal di schiena, sembro tutto rotto
come finito sotto un carrarmato.

Continuo a prendere appunti, per capire,
Aprile, ne abbiamo già diciotto,
e pure questo, guarda un po', è un Lunedì.

Racconto inviato da: Nolvio