POESIE - CAMPANIA
Addio, Pulicenè
Commiato alla maschera emblema di Napoli, maschera che non è più amata come un tempo. La poesia fa parte del volume 'E ccose d''o passato,di Raffaele Bracale edito nel dic. 2006 in Napoli dall'editore P. Graus
Dialetto: Campania

Addio, Pulicenè
I’ te saluto… Addio Pulicenella,
maschera antica d’ ’o paese mio!
tu ca chiagnenno, nce diste ’alleria
e nce hê fatto penzà cu ’na resella…

hê fatto ’o tiempo tuojo: ’sta jacuvella
’e chisti juorne senza fantasia
nun so’ pe tte! I’ te saluto: addio!
Abbàllala pe mme ’na tarantella

e po’ scumpare, comme so’ sparute
’e ccose bbelle d’ ’o tiempo passato…
’Ncopp’ a ’stu munno addó tutto è fernuto

tu che nce faje?… Fattélla ’na resata,
lèvate ’a mezasola e ’o cuppulone,
’o cammesone janco e statte bbuono…

Fatténne ’na raggione:
’stu munno nun t’ apprezza, nun capisce
e nun è ddegno ’e te… Addio, sparisce!


Traduzione in italiano

Addio Pulcinella
Io ti saluto... Addio, Pulcinella
maschera antica del paese mio!
tu che piangendo ci desti allegria
e ci ài fatto pensare con una risatina..

Ài fatto il tempo tuo, questo clamore
di questo tempo, senza fantasia
non son per te. Io ti saluto, addio!
Balla per me una tarantella

e poi sparisci come sono sparite
le cose belle del tempo passato
Suquesto mondo, dove tutto è finito
tu che ci fai? Fàttela una risata

togliti la mezza suola (maschera) ed il cappellone
il camicione bianco e stammi bene (commiato)…

Fàttene una ragione…
Questo mondo non ti apprezza e non capisce
e non è degno di te… Addio, sparisci!





Racconto inviato da: RAFFAELE BRACALE - napoli